Poesia ai normodotati

Beati voi, per cui i gesti
sono acqua azzurra e fresca
beati voi, a cui nulla è complesso
è come respirare o bere
provate per un solo istante
a sposare i gesti di chi soffre
di chi deve lottare per ogni gesto
allacciarsi una scarpa, una camicia
coordinare con estrema attenzione
i passi per non cadere a terra
per un sassolino o un sanpietrino
appena più alto o basso degli altri
rinunciare alla spiaggia, al mare
vivere continuamente, un passo indietro
vedere più spalle, che occhi o sorrisi
beati voi, per voi il semplice è regola
per alcuni, è miraggio lontano…

sorriso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...