Ricoperta da un nembo oscuro

Mille e mille volte
passai su quel ponte,
mille e mille volte
sognai bambino l’azzurro,
Genova per me è dolore
acuto dolore immediato,
e dolore del mio passato,
ho mille e mille ricordi
di Genova superba e ricca,
magnifica città ambigua
e spaventosa, come i porti
sanno sovente essere,
incrocio di mille razze,
mille e mille merci d’oriente,
città di ieri e del presente
oscurata da un torvo futuro,
tu stella lucente di storia,
ricoperta da un nembo oscuro?

Ponte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...