Il pittore

 

 

Quei momenti con la mente ferma

messa in pausa come ad un semaforo

rosso lampeggiante ma mai verde

eppure il corpo compie i soliti gesti

sorge l’atroce dubbio: sono una macchina?

perché macchine di carne infine siamo

gli ingranaggi sono labili e fragili sinapsi

gesti insensati ripetuti mille e mille volte

vaghiamo dispersi nel deserto d’affetto

dove la sabbia copre le immagini andate

rimpianti e nostalgia delle cose perdute

dei vecchi viaggi: ormai statue nella mente

urlano i gabbiani sopra il mare immenso

immobile e fermo solo in apparenza

è una spessa placenta d’acqua azzurra.

 

Mille corde nell’anima con sfumature diverse

ogni uomo è una tavolozza di emozioni

un pittore di sentimenti e di tormenti.

tavolozza-colori-610x350

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...